Quattro Erbe della Maremma

articolo nella categoria Salute e Bellezza



Uno dei meravigliosi doni della Maremma all'uomo è la sua natura intatta e rigogliosa.

Proprio la vegetazione di questa ampia zona che si estende dal mare al Monte Amiata custodisce numerose erbe medicinali utilizzate sia in veterinaria che per gli uomini.


L' Appeggi (o ginepro rosso) si trova in abbondanza lungo le spiagge di Principina a Mare.

Dal fusto di questa pianta si ricava un composto chimico utilizzato nella cura di affezioni locali della pelle come eczemi e psoriasi e per tale motivo tale principio è contenuto

in varie pomate per la pelle prodotte a livello industriale.


Il Bosso è un'altra delle piante più conosciute, sempreverde dell'altezza di circa 4 metri. Grazie alla sua linea, alla lucentezza delle foglie di forma ovale e fitte viene impiegata come pianta ornamentale nei giardini e nei parchi o in siepi per cingere le aiuole. Diffusa nei terreni aridi e rocciosi anche maremmani, anche le proprietà benefiche del bosso sono utilizzate nella cura di svariate forme eczematose.


L'Equiseto detto anche coda di cavallo è una pianta fossile vivente poiché risale

a 150 milioni di anni fa quando ancora vi erano i dinosauri e la pianta raggiungeva

i 30 metri di altezza. Cresce preferibilmente nei terreni umidi e ricchi di silice ma ad oggi raggiunge un altezza di un metro e poco più. In passato veniva utilizzata nella cura

della decalcificazione ossea e delle problematiche relative all'apparato urinario sotto forma di decotto o polvere. Anch'essa utilizzata contro le irritazioni cutanee e verruche. Il suo estratto secco è attualmente molto sfruttato a livello industriale.


L'Erba Cavallona utilizzata soprattutto in veterinaria veniva impiegata dai contadini della Maremma per curare le ferite di muli, somari e cavalli.

Da questa pianta che raggiungeva al massimo un metro di altezza si otteneva, tramite decotto, un liquido che rimarginava le ferite fermando le emorragie in breve tempo permettendone così la guarigione.


Oggi questi rimedi naturali sono caduti per lo più in disuso ma sicuramente in qualche casolare della Maremma o altrove vengono ancora utilizzati piccoli accorgimenti naturali da anziani contadini o dai figli ai quali sono stati tramandati questi piccoli segreti.


Quali altri piccoli rimedi naturali usati dai vostri nonni conoscete? Li utilizzate ancora?